Smartphone Xiaomi, Quale Comprare

Contenuto

Smartphone Xiaomi, Quale Comprare

Se non hai mai sentito parlare degli Xiaomi vuol dire che non sei del 2021 e ti consiglio di leggere questo articolo con molta attenzione, Xiaomi è ilterzo più grande fornitore di smartphone al mondo. Stiamo parlando di una delle aziende cinesi che ha completamente rivoluzionato il mercato degli smartphone di fascia media con i suoi modelli dando del serio filo da torcere a marchi del calibro di Samsung e Apple. Anche per i modelli più economici selezioniamo solo prodotti che riescano, ad esempio, a scattare foto di qualità accettabile, con una batteria che arrivi quanto meno a sera senza problemi e con display dalla risoluzione adeguata.

xiaomi technology website http://znaeteli.in.ua/texnologii/

Come sempre, il prezzo è abbastanza aggressivo rispetto ai competitor, dunque troverete un hardware di alto livello a cifre comunque abbordabili. Come detto in apertura, provvederemo ad aggiornare costantemente questo articolo, in base ovviamente a quelli che saranno i dispositivi che Xiaomi immetterà sul mercato. L’azienda cinese, sbarcata ufficialmente nel nostro paese a maggio del 2018, è riuscita progressivamente a rosicchiare market share nei confronti delle varie Samsung, Huawei e Apple. La forza del gigante di Pechino è sempre stata quella di puntare molto sul rapporto qualità/prezzo, sostenuta dalla numerosissima community alle sue spalle. Ho fondato Fotografia Moderna nell’estate del 2015 per dare una nuovo volto alla community di fotografi italiani. Iniziata come passione è diventato in poco tempo uno dei portali più cliccati d’Italia arrivando a raccogliere più di 1 Milione di visitatori nel 2019 e quasi 2 Milioni di utenti nel 2020.

Mi 10T monta un DotDisplay FHD+ da 6.67″ con TrueColor, e con la frequenza di aggiornamento a 144Hz e la funzione AdaptiveSync per garantirvi la massima fluidità di visualizzazione con impatto minimo sui consumi. La batteria è da 5000mAh con supporto alla ricarica rapida tramite porta USB-C fino a 33W, grazie al caricatore incluso nella confezione. In queste ultime generazioni anche il sistema di sblocco è diventata una caratteristica importante in uno smartphone, visto che spesso eseguiamo pagamenti con il dispositivo e abbiniamo allo stesso una o più carte di credito .

La RAM, Random Access Memory, è la memoria di sistema, ovvero quella in cui il sistema operativo immagazzina temporaneamente tutti i dati che in un determinato momento stanno utilizzando le app in esecuzione. Più il sistema ne ha a disposizione e maggiore è il quantitativo di informazioni che può tenere “in mente”. Allo stesso modo, tutte le app che vengono mantenute in background non perdono i dati trattati grazie alla RAM, ma se quest’ultima si esaurisce le app che non usiamo più da tempo potrebbero venire chiuse. Ti consiglio di partire da 3 o 4GB di RAM, a meno che tu non voglia spendere il meno possibile. Molti smartphone vengono venduti in diversi tagli di memoria, quindi come fare a capire qual è quello giusto per le tue esigenze? Innanzitutto bisogna distinguere quelle che sono le due principali tipologie di memorie, la RAM e la memoria interna.

Ricorda che la memoria interna può essere espansa su alcuni modelli attraverso uno slot per microSD. Esistono diversi modelli di smartphone Xiaomi dotati di un sistema di ricarica wireless, ma è necessario controllare la presenza o meno di questa specifica prima dell’acquisto. Xiaomi ha presentato un nuovo dispositivo che permette di effettuare una ricarica wireless da ben 50 W, rendendo il processo di ricarica senza fili molto più rapido se comparato con i modelli attualmente disponibili in commercio. Anche in questo caso lo smartphone dovrà però assicurare la compatibilità con questa tecnologia, per evitare che la batteria si danneggi durante il processo. Va comunque ricordato che l’unico vantaggio della ricarica wireless rispetto al metodo tradizionale via cavo è il minore ingombro, dato che la ricarica tramite USB rimane ancora quella più rapida ed efficace in assoluto. Inoltre, queste funzioni non sono performanti sul lungo periodo, quindi considerate anche questo aspetto, specialmente se cercate un dispositivo dal prezzo limitato.

La fascia media è quella in cui Xiaomi domina quasi incontrastata, grazie a vari smartphone di successo che hanno un ottimo rapporto qualità-prezzo. Se non siete disposti a spendere cifre folli per un top gamma ma avete bisogno di un dispositivo concreto e anche bello da vedere, qui trovate quello che fa per voi. Dopo la separazione del marchio Redmi dal brand principale, Xiaomi ha diminuito la proliferazione di modelli entry-level. Ciò non vuole dire che non ci siano smartphone molto economici nella sua line-up, anzi si trovano alcuni notevoli esempi tra i migliori del mercato.

Xiaomi Mi 1S è una versione leggermente più avanzata, che pesa mezzo chilogrammo in più rispetto all’entry-level, e offre le stesse prestazioni, lo stesso sistema frenante e le stesse modalità di recupero di energia. Raggiunge la velocità massima di 25km/h e l’autonomia è di fino a 20Kg grazie al sistema di recupero dell’energia cinetica in frenata e in decelerazione. Dispone di display integrato e utilizza un doppio sistema frenante con pneumatici antislittamento e ammortizzanti da 8,5″. In uno smartphone, la batteria è la componente che ne consente l’utilizzo anche quando non è collegato alla rete elettrica. È una componente fondamentale, e la sua capacità di mantenere in vita il dispositivo per un periodo di tempo più o meno lungo è definita in milliampereora . Dal momento che l’autonomia di uno smartphone dipende da moltissimi fattori , molti produttori dichiarano anche la durata della batteria con determinati tipi di attività in esecuzione .

Miglior Smartphone Xiaomi Per Batteria

Inoltre i prodotti Samsung, con un aumento di prezzo esiguo, garantiscono un’affidabilità di alto livello. Per quanto riguarda i componenti interni degli smartphone Xiaomi, se memoria interna e RAM sono dati ovviamente molto variabili a seconda del modello e della fascia di prezzo selezionati , è possibile notare l’uso ricorrente dei processori Qualcomm Snapdragon. Anche Xiaomi, come tutti i marchi di smartphone, cerca di offrire soluzioni di alto livello anche per le fotocamere, garantendo ottimi risultati anche sui modelli di fascia più bassa. Questi obiettivi ottici e lo zoom rendono molto bene nelle foto da lontano, mentre nelle foto normali qualsiasi modello produce foto di buon livello e dettaglio, anche nella calibrazione dei sistemi digitali HDR. Spodestato Mi Mix 3, l’unico smartphone che ci sentiamo di segnalare con un prezzo inferiore a 350 euro è Mi Note 10 Lite. Uno smartphone che – come tutta la gamma – pone particolare attenzione al comparto fotografico, composto da un sensore principale da 64 MP, un grandangolare da 8 MP, uno da 5 MP e un ultimo da 2 MP.

Molti utenti sperano di poter semplicemente collegare il proprio smartphone Xiaomi al computer tramite un cavo USB, potendo da lì gestire foto, video e qualunque tipo di file multimediale. Purtroppo la procedura non è così semplice ed è necessario seguire qualche passaggio per poter eseguire queste operazioni. Considerando la grande varietà di modelli in commercio, non è semplice dare una descrizione univoca delle caratteristiche tecniche degli smartphone Xiaomi. Per poter confrontare in maniera analitica i tantissimi smartphone Xiaomi sul mercato è necessario tenere ben presenti alcuni punti focali.

Tra i telefoni più interessanti nella gamma del brand cinese troviamo lo Xiaomi Mi Note 10, equipaggiato con il potente processore Snapdragon octa-core a 2,2 GHz con 8 GB di RAM e una memoria di 256 GB. Il device propone un display Super AMOLED da 6,47 pollici con risoluzione FHD+, con una Penta Camera AI e sensore principale da 108 MP, ultragrandangolare da 20 MP e registrazione video 4K. Completa il comparto fotografico un sensore frontale da 32 MP per i selfie, inoltre c’è una batteria da 5260 mAh compatibile con la ricarica rapida a 30 W, il Bluetooth 5.0, la tecnologia NFC e un modulo 4G+ fino a 800 Mbps. Il processore Snapdragon a 2,3 GHz dispone di 6 GB di RAM e una memoria di 128 GB, con una poderosa batteria da 5160 mAh e Quad Camera AI con sensore primario da 64 MP, grandangolare da 13 Mp e fotocamera anteriore per i selfie da 20 MP.

Xiaomi Mi 10 Lite

Grazie al motorino la ripresa può seguire eventuali intrusi presenti nell’inquadratura, mentre il sistema dispone di una modalità di avvisi istantanei che avverte della presenza di sconosciuti nell’area. La videocamera si può collegare via Wi-Fi al router domestico e non può essere usata in esterni. Non dimenticarti inoltre del supporto OTG, con il quale puoi collegare chiavette, hard-disk e altri dispositivi, o della presenza del jack audio da 3.5mm per collegare i tradizionali auricolari con microfono .

Soprattutto negli ultimi mesi, infatti, l’azienda cinese ha commercializzato una miriade di smartphone, molti dei quali sovrapponibili tra loro, sia per caratteristiche tecniche che per costo. Insomma, allo stato attuale, la società guidata da Lei Jun mette a disposizione un catalogo prodotti decisamente confusionario, nel quale non è semplicissimo riuscire a operare una scelta. Continua ad esserci il fantastico display AMOLED con la fotocamera grandangolare da 48 megapixel. Vi ricordiamo che abbiamo numerose altre guide, dedicate ai migliori smartphone sul mercato.

Di buon livello il comparto fotografico, con sensore principale da 64 megapixel (f/1.79), ultra grandangolare da 8 megapixel (f/2.2) e un telemacro da 5 megapixel, con risultati adeguati alla fascia di mercato, senza particolari punti deboli. Xiaomi Mi 10 è tutto all’infuori di un dispositivo compatto, infatti pesa 208 g poiché realizzato in metallo e vetro. Sfoggia un display da 6,67” FullHD+ Super AMOLED. Per quanto riguarda l’hardware non ci sono grandi differenze fra questo smartphone e la versione Pro. La scheda tecnica è eccellente con loSnapdragon 720Gcome processore accompagnato da6 GB di RAM e 64 o 128 GBdi memoria interna espandibile. Il display è un IPS LCD da 6,67 pollici con risoluzioneFull HD+e un piccolo foro nella parte centrale che ospita la fotocamera anteriore da16 megapixel. Il comparto fotografico posteriore è guidato dalla camera principale da64 megapixel con f/1.9, affiancata da una fotocamera grandangolare da8 megapixel, un sensore da 5 megapixel per le macro e uno da 2 per l’effetto di profondità.

il rapporto qualità prezzo che comprende i componenti interni, la qualità di costruzione e la durabilità nel tempo. Poco X3 NFC è lo smartphone che può essere definito come il migliore per rapporto qualità/prezzo. Xiaomi ha annunciato un dispositivo eccezionale sotto il sub-brand Poco, poco conosciuto ancora dalle nostre parti ma che promette molto bene. È disponibile all’acquisto a partire da 229 euro, mettendo a disposizione una scheda tecnica di tutto rispetto. A spiccare è però soprattutto lo schermo da 6,67 pollici con refresh rate a 120 Hz, difficile da trovare in questa fascia di prezzo.

Entrambi dispongono di quattro fotocamere al posteriore, ma il comparto foto è indubbiamente più raffinato sulla variante Pro. Xiaomi Mi 10 infatti utilizza un sensore principale da 108MP con stabilizzazione ottica OIS abbinato a un modulo ultra grandangolare da 13MP e moduli di profondità e per le macro. Per confrontare questi modelli dovrete fare riferimento sostanzialmente alle differenze di harware, fotocamera e schermo, perché il software utilizzato è sempre lo stesso, ovvero il MIUI 11. Tutti gli smartphone attualmente sul mercato hanno delle fotocamere di buona qualità, specialmente quelle esterne che arrivano anche a 48 MP e grandangolari da 8 MP.

Questo non significa che non devi prestare attenzione durante l’acquisto di uno smartphone Xiaomi, e io sono qui proprio per guidarti nella scelta. Xiaomi è un produttore di elettronica di consumo che negli ultimi anni ha dimostrato di saper spaziare in ogni ambito tecnologico. Ha costruito la sua fortuna realizzando smartphone dall’imbattibile rapporto qualità-prezzo e, se sei alla ricerca di uno smartphone Xiaomi, sei sicuramente sulla strada giusta per compiere un affare.

Gli obiettivi possono essere anche stabilizzati otticamente (l’acronimo che si utilizza più spesso per indicarlo è OIS, Optical Image Stabilization) e sono naturalmente abbinati a un sensore d’immagini. Per indicare le qualità di quest’ultimo, puoi utilizzare parametri come il numero di Megapixel, ovvero i milioni di punti che compongono ogni foto scattata con lo smartphone, l’apertura di diaframma (f/x.x), che determina la quantità di luce. Alcuni utilizzano un notch, ovvero una tacca frontale che interrompe il display stesso – spesso con forma centrale a goccia – all’interno della quale vengono inclusi tutti i sensori frontali, fra cui la fotocamera per i selfie. I modelli più avanzati, invece, utilizzano un design definito Full Screen, cioè senza notch.

La batteria da 4.820 mAh vi rimarrà fedele per due giorni, in caso di utilizzo moderato del dispositivo, o una giornata intera, in caso di uso particolarmente intenso. Il telefono Xiaomi entry level della gamma 2020 è il Redmi 9C, uno smartphone Dual SIM lanciato con un prezzo veramente vantaggioso. Questo dispositivo dispone di un display da 6,53 pollici HD+, con sistema operativo Android 10 e processore Helio G35 a 2 GHz, 2 GB di RAM e una memoria da 32 GB espandibile tramite una microSD. La connettività presenta sia il Bluetooth 5.0 sia la tecnologia NFC, con modulo 4G+ fino a 600 Mbps. I sensori fotografici posteriori sono in tutto quattro, con quello principale da 13 MP, registrazione video Full HD e fotocamera frontale per i selfie da 5 MP, più una batteria da 5000 mAh molto affidabile. Gli smartphone Xiaomi sono entrati a tutti gli effetti nella competizione globale relativa ai mobile device, grazie alla vasta gamma di prodotti e all’ottimo rapporto qualità prezzo.

In futuro i prodotti Xiaomi godranno di una nuova tecnologia chiamata Mi Air Charge che, con un sistema di antenne interne, consentirà di ricaricare il dispositivo a distanza. I telefoni Xiaomi sotto i 200 euro rappresentano una soluzione ideale per chi non vuole spendere troppo, acquistando comunque un device completo con tantissime funzionalità utili e un ottimo comparto fotografico. I device Xiaomi sono caratterizzati da un grande rapporto qualità-prezzo che ha permesso all’azienda cinese di entrare prepotentemente anche nel mercato italiano, riuscendo a prendersi una quota importante del mercato. Un altro vantaggio della gamma Xiaomi è sicuramente l’ampiezza, infatti si parte da smartphone base di gamma con prezzi molto bassi a telefoni con caratteristiche da top di gamma veri e propri che hanno anche prezzi alti. Adesso bando alle ciance e buona lettura con la nostra guida, che andrà a rispondere alla domanda che più ci spesso ci inviate “devo comprare uno smartphone Xiaomi cosa mi consigliate? Ti ricordo che la maggior pare monta come sistema operativo Android infatti alcuni modelli li troverai anche nella classifica dei migliori smartphone con fotocamera Android.

Non mi soffermerò molto sul sistema operativo, visto che tutti gli smartphone Xiaomi in commercio utilizzano Android, personalizzato con un’interfaccia software chiamata MIUI e sviluppata internamente. Verifica la versione di Android che trovi preinstallata con lo smartphone e anche la versione a cui corrisponde l’ultimo https://xiaomilatestnews.com/notizie/xiaomi-lancia-un-nuovo-frullatore-portatile-ideale-da-portare-dove-vuoi/ aggiornamento rilasciato dal produttore. In questo paragrafo analizzeremo più in dettaglio le due linee principali in cui si dividono gli smartphone Xiaomi, ovvero la serie Mi e la Redmi, senza menzionare i prodotti della linea POCO recentemente diventata un brand a parte e ancora scarsamente diffusa in Italia.

Redmi 9c

Tutti i prodotti descritti potrebbero subire variazioni di prezzo e disponibilità nel corso del tempo, dunque vi consigliamo sempre di verificare questi parametri prima dell’acquisto.

Smartphone abbastanza sconosciuto agli utenti poco esperti, ma indubbiamente molto interessante per gli amanti delle estetiche forti. Black Shark 3 si rivolge ai giocatori con il suo display da 6,67″ Full HD+ realizzato con tecnologia AMOLED e compatibile con una frequenza di aggiornamento massima di 90Hz. Questo dispositivo usa il processore Qualcomm Snapdragon 865, può collegarsi in 5G e ha cornici ridotte, ma non troppo, al punto che non necessita di un notch per la fotocamera frontale. La batteria è da 4.720mAh con supporto alla ricarica rapida da ben 65W (si ricarica completamente in poco più di mezzora). La fotocamera posteriore è tripla, con moduli da 64MP, 13MP e 5MP rispettivamente per la principale, per l’ultra grandangolare e per il modulo di profondità. Molti degli smartphone di fascia bassa e medio-bassa di Xiaomi sono venduti con il brand Redmi.

I Redmi hanno un sistema operativo meno performante rispetto alla serie Mi e la differenza di prezzo si sente notevolmente, considerando anche che i prezzi sono circa un terzo rispetto ai fratelli maggiori della serie principale. Xiaomi Mi 10T è uno smartphone di fascia alta con dimensioni notevoli, , che vanno a compromettere l’ergonomia (l’uso a una mano è praticamente impossibile). Al suo interno la CPU è un Qualcomm SM8250 Snapdragon 865 octa a 64 bit da 2.84 GHz e GPU Adreno 650, il tutto supportato da 6 GB di RAM e 128 GB di memoria non espandibile.

Lascia un commento